Carte contactless: attenti alla truffa dei 25 euro.

State attenti alla nuova truffa: si tratta del prelievo di 25 euro dalle carte contactless utilizzate dai consumatori per fare acquisti. Pagare con tale carta è molto semplice: basta appoggiarla al pos ed il gioco è fatto. Inoltre per gli acquisti di importi inferiori o pari a 25 euro non è necessario inserire il pin segreto per concludere l’operazione. La truffa scatta sfruttando la velocità con cui si chiude la transazione. Come?

Basterà un semplice pos portatile per avvicinare l’ignaro utente dotato di carta contacless ed addebitare sul suo conto in automatico acquisti con importi inferiori a 25 euro. Tale carta non richiede l’uso del pin e non invia un sms come promemoria degli acquisti effettuati. Se pensiamo a migliaia di utenti, viaggiatori o turisti che si trovano in posti affollati ci rendiamo conto di quanto possa essere facile diventare bersagli del raggiro. È possibile tutelarsi? La risposta è positiva basta disattivare l’opzione NFC. Così facendo la carta potrà essere usata solo in caso di pagamento. Un altro consiglio è quello di inserire la carta in una custodia di plastica che fungerà da schermo. Ricordiamo infine che è possibile contestare l’addebito entro 60 giorni dall’estratto conto.

Direttore responsabile
Buzzoni Umberto

Saldi invernali: le date del 2020.

Manca ormai poco all’inizio dei saldi invernali. Le date daranno ai consumatori la possibilità di fare acquisti mirati e risparmiare. In media gli sconti applicati saranno pari al 20-30% ma in molti altri casi la percentuale aumenterà fino a toccare il 50-60%. In Italia il calendario delle offerte varia da regione a regione: le prime che daranno il via alle promozioni il 2 gennaio saranno la Basilicata e la Sicilia mentre le altre inizieranno sabato 4 gennaio 2020. Le promozioni termineranno a febbraio nelle regioni di Lazio (15 febbraio) Liguria (17 febbraio) Veneto (28 febbraio) e Piemonte (29 febbraio). A marzo invece termineranno nelle altre regioni: il primo marzo nelle Marche  ed il 2 marzo in Basilicata.

Il 3 marzo sarà la volta di Abruzzo, Calabria, Campania, Lombardia, Puglia e Toscana. Il 4 marzo toccherà al Friuli Venezia Giulia ed alla Sardegna mentre 5 marzo i saldi termineranno in Molise, Umbria ed Emilia Romagna. Il 15 marzo i saldi termineranno anche in Sicilia. La regione che chiuderà definitivamente il periodo dedicato alle promozioni sarà la Valle d’Aosta in data 31 marzo 2020. Si invitano i consumatori a stare attenti alle truffe e controllare i prezzi degli articoli: il cartellino deve riportare il prezzo iniziale del capo, la percentuale di sconto applicata ed il prezzo finale.

Direttore responsabile
Buzzoni Umberto

Black Friday: guida agli acquisti.

Il Black Friday si avvicina! Manca ormai poco al 29 novembre data d’inizio delle promozioni che dureranno fino al lunedì successivo. Il periodo è propizio per gli acquisti di Natale infatti, secondo le stime del Codacons, quest’anno un regalo su tre sarà acquistato proprio durante il Black Friday. La maggior parte delle grandi catene ha avviato anche vendite online: il settore dell’e-commerce è in crescita con un +13% di consumatori rispetto al 2018. A tal proposito attenzione alle truffe soprattutto per quanto riguarda le transazioni online: a tal fine il Codacons, società che tutela i consumatori, ha elaborato una guida per gli acquisti.

Si consiglia di acquistare solo su siti web protetti da sistemi di sicurezza internazionali. Come riconoscerli? Basta guardare il lucchetto che compare nella barra dell’indirizzo accanto alla url del sito. Si consiglia l’acquisto solo da venditori conosciuti che inviano un feedback, via mail. Per verificare il venditore e il suo sito web è bene controllare che i dati della società siano evidenti e riportati in maniera corretta. Occhio a prodotti con sconti troppo elevati: dietro all’apparente affare potrebbe nascondersi la sorpresa di addebiti aggiuntivi pertanto verificate se nel prezzo finale siano incluse anche le spese di spedizione o eventuali tasse. Conservare infine una copia dell’ordine di acquisto e controllare se sussiste la possibilità di disdire l’ordine senza pagare le penali. Per gli acquisti è riconosciuto il diritto di recesso: in questo caso verificate le condizioni. Il Codacons consiglia infine di pagare gli acquisti online solo con carte prepagate o Paypal, evitando l’uso di carte di credito. Ricordiamo che Amazon permette anche di pagare in contanti con il servizio PayCode.

Direttore responsabile
Buzzoni Umberto

Elettrodomestici: nuove regole per le etichette energetiche.

L’Unione Europea ha avviato un progetto per consentire un notevole risparmio energetico. Il regolamento prevede standard innovativi  inerenti la progettazione di elettrodomestici ad alto consumo quali lavatrici, asciugatrici, frigoriferi, lavastoviglie. Si tratta di “Ecodesign” progetto che prevede la revisione delle  etichette energetiche ossia quei documenti che classificano i prodotti in base ai consumi. In particolare si fa riferimento ad una scala che va da A, per i più efficienti,  a G per i meno efficienti.

I consumatori potranno risparmiare fino a 150 euro ogni anno sulla bolletta dell’energia elettrica. “Ecodesign” combatte inoltre contro l’obsolescenza programmata per favorire la riparazione del bene da parte degli utenti. In questo modo i produttori dovranno progettare elettrodomestici facili da riparare al fine di  garantire la reperibilità dei pezzi di ricambio per un lasso di tempo che va dai 7 ai 10 anni. La misura è rivolta ai centri assistenza elettricisti e tecnici certificati che potranno ordinare i pezzi presso la casa madre che dovrà spedirli entro e non oltre 15 giorni dalla ricezione dell’ordine.

Direttore responsabile
Buzzoni Umberto

Bonus rubinetti ed altre proposte degne di nota.

Al fine di scoraggiare l’uso delle bottiglie di plastica ed incentivare il consumo di acqua proveniente direttamente dal rubinetto di casa è previsto un bonus fino a milleeuro per l’installazione di appositi filtri. La proposta fa parte della lista degli emendamenti presentati in commissione di Bilancio al Senato: la detrazione è fino a 1.000 euro per chi installa in maniera privata i filtri per la depurazione dell’acqua, ed aumenta sino a 5.000 euro se si tratta di attività commerciali. L’idea nasce per limitare e ridurre al minimo l’uso di bottiglie e contenitori in plastica materiale altamente inquinante per l’ambiente.

In lista ci sono anche altre proposte molto interessanti tra cui l’introduzione del vuoto a rendere per i contenitori in plastica ed  in vetro per acqua, bibite, saponi, detersivi; la riduzione dell’aliquota Iva per i prodotti igienici biodegradabili tra cui gli assorbenti femminili  ed i pannolini lavabili. In arrivo anche ecobonus per alberghi e strutture ricettive che installano eco compattatori ricaricabili nei bagni delle camere e degli spazi comuni.

Direttore responsabile
Buzzoni Umberto

Mercatini di Natale per un’atmosfera magica.

L’atmosfera natalizia è nell’aria: sugli scaffali dei supermercati  compaiono i primi dolci tipici e le luci colorate iniziano ad ornare abitazioni e negozi. Scenari da sogno e atmosfere romantiche sono tipiche anche dei mercatini di Natale italiani, mete imperdibili. Ne indichiamo alcuni tra i più belli d’Italia come quelli del Trentino Alto Adige incastonati tra montagne ricoperte di neve e silenzio. Paesini piccoli che racchiudono tradizione e sapori: gli abitanti di Levico a Terme in provincia di Trento dal 23 novembre al 6 gennaio allestiscono i mercatini nel parco secolare degli Asburgo. Una passeggiata tra le casette fatte di legno ed i viali alberati vi farà rigenerare oltre che scoprire pezzi di artigianato unici.

Anche l’Umbria è ricca di tradizioni: Gubbio, Perugia ed Assisi vi faranno sognare. Paesi allestiti a festa con luminarie, percorsi e mercatini da vivere all’insegna della magia del Natale a partire da fine novembre fino all’epifania. Per chiudere non dimentichiamo la bellezza di Matera in Basilicata. La città è capitale europea della cultura per via dei famosi “sassi” che, durante le feste si trasformano in un vero e proprio presepe. I “sassi” sono stati dichiarati dall’UNESCO patrimonio dell’umanità e rappresentano pertanto una meta imperdibile per gli amanti dei mercatini tradizionali.

Direttore responsabile
Buzzoni Umberto

Saldi ecosostenibili.

Durante i saldi l’acquisto di abbigliamento ed accessori aumenta a dismisura: ricordiamo che i capi di vestiario, le scarpe, le borse si possono collocare tra le cose più difficili da riciclare poiché non sono biodegradabili. Il consumatore dovrebbe diffidare dai negozi appartenenti all’industria del fast fashion dove spesso i prodotti più economici sono costati tantissimo all’ambiente ed ai lavoratori sfruttati o sottopagati.

Per questo si consiglia di verificare il tipo di tessuto che compone l’indumento guardando le etichette interne dove sono indicate le percentuali dei materiali utilizzati. L’etichetta indica anche se i tessuti sono sintetici o trattati con coloranti: ricordiamo che le tinture chimiche possono essere tossiche e contaminare le acque di scarico arrecando gravi danni all’ambiente. Per un acquisto ecosostenibile conviene prediligere le fibre naturali, prodotti reperibili nei “negozi etici”. Si tratta di rivenditori specializzati di abiti ed accessori a basso impatto ambientale provenienti dal mercato equo solidale. Molti brand hanno anche ottenuto certificazioni per attestare l’origine naturale dei tessuti e la lavorazione ecosostenibile degli stessi.

Ricordate infine di non disperdere nell’ambiente vestiti e capi di abbigliamento in disuso: se non ci si può recare presso un’isola ecologica basta trovare uno dei tanti negozi che accetta abiti usati in cambio di buoni da utilizzare su acquisti successivi.

Direttore responsabile
Buzzoni Umberto